Agriturismo in Umbria

Eventi

Fior di Cacio 2012

Vallo di Nera, il piccolo borgo della Valnerina, si prepara ad ospitare l’edizione 2012 di Fior di Cacio, la mostra mercato dei prodotti enogastronomici d’Umbria con protagonista il formaggio, uno dei prodotti più apprezzati della zona.

Tra artisti popolari e poeti a braccio, percorrendo le vie del centro storico, le cantine vengono aperte per alloggiare gli strumenti dei casari utilizzati nella lavorazione del formaggio in tutte le fasi, che in queste montagne sono rimaste, sostanzialmente, le medesime  nel corso degli anni.

Per due interi giorni i visitatori saranno invitati a degustare un tipico prodotto della Valnerina: la ricotta salata stagionata, preparata con lo stesso procedimento di quella fresca, con la differenza che, appena affiorata, la massa viene avvolta in strofinacci di tela a cui si dà la forma di imbuto ed appesa per favorirne l’indurimento con la scolatura del siero; deve trascorrere una giornata prima di toglierla dal suo involucro e procedere alla salatura; infine, prima di essere messa a stagionare, viene cosparsa di chicchi di avena o coperta con fieno maggengo.

Oltre alla ricotta a Fior di Cacio 2012 verranno proposti formaggio di cacio, a pasta molle, dura, semicotta, cotta, o cruda dall’aroma inconfondibile per la grande varietà di erbe, arbusti e gemme a disposizione delle bestie che pascolano all’aperto e che possono essere degustate con la parallela iniziativa “i mille matrimoni del formaggio” smentendo gli antichi pregiudizi e prescrizioni che accompagnavano il consumo di latticini.

Oltre alla manifestazione principale sono previste sia visite guidate lungo i sentieri della transumanza, fino ai pascoli d’altura delle montagne circostanti il territorio di Vallo di Nera, dove risiedono i pastori che si dedicano all’attività casearia, sia degli incontri tematici di approfondimento sui diversi aspetti dell’argomento formaggio.

I visitatori della due giorni dedicata al formaggio potranno inoltre assistere alla disfida del ruzzolone, un tradizionale gioco dei luoghi dove era praticata l’attività della transumanza, in cui il formaggio di pecora, quello più duro e stagionato, diventa anche lo strumento protagonista del lancio delle ruzzole:  belle e grosse forme di cacio duro e ben stagionato, delle quali i pastori non erano mai sprovvisti, in previsione di disfide.
 

 

(Comuni)

Tipo di evento

Eno-gastronomia