Agriturismo in Umbria

Eventi

La Fiaccola Benedettina

20 marzo: La Fiaccola Benedettina
Dal 1964, anno della proclamazione di S. Benedetto a Patrono principale d’Europa, la Fiaccola Benedettina “Pro Pace”, con la sua corsa attraverso le strade d’Italia e d’Europa, viene accesa come ideale segno della luce di San Benedetto in una diversa e significativa località, suscitando sentimenti di fraternità, amicizia e pace, di cui il Santo da Norcia fu apostolo infaticabile in mezzo ai popoli, sotto il segno cristiano della croce e dell’aratro, tradotto dal motto emblematico ‘Ora et labora’. A partire dal 1980, a seguito delle celebrazioni del XV centenario della nascita di S. Benedetto, la Fiaccola Benedettina ha cominciato a ripercorrere le tracce della spiritualità benedettina nel continente europeo, coinvolgendo la partecipazione delle massime autorità politiche e religiose dei diversi Paesi visitati, non ultima quella degli Ambasciatori. In coincidenza con gli avvenimenti storici più significativi e recenti, la Fiaccola è stata accesa in Vaticano nel 1980 e nel 1984, a Strasburgo nel 1988, a Berlino nel 1989, a Praga nel 1990, a Budapest nel 1991, a Varsavia nel 1992, a Montecassino nel 1993, a Londra nel 1994, a Madrid nel 1995, a Bruxelles nel 1996, a Lisbona nel 1997, a Vienna nel 1998, a Skopjie nel 1999 e, in occasione del Grande Giubileo del 2000, ancora in Vaticano, dove ogni anno è stata accolta e benedetta dal Santo Padre. Nel 2002 la Fiaccola Benedettina ha oltrepassato per la prima volta nella sua storia i confini europei e l’Oceano. In seguito ai drammatici eventi dell’11 settembre, infatti, la “fiammella di San Benedetto” non poteva non illuminare, in segno di pace e amicizia, il popolo americano. Così, dall’Abbazia di St. Meinrad, nello Stato dell’Indiana, dov’è stata accesa, la Fiaccola si è mossa alla volta di New York, per fare tappa alla sede dell’ONU, a “Ground Zero”, al Consolato Italiano e alla cattedrale di St. Patrick. Sull’esempio di questa toccante esperienza in America, la destinazione scelta nell’anno 2003 per l’accensione e la partenza della Fiaccola “Pro Pace” è stata l’Australia, più precisamente il monastero Benedettino di New Norcia, a pochi chilometri da Perth, dove la Fiaccola ha celebrato la vicinanza spirituale delle due città che hanno in comune il nome e le radici spirituali della tradizione monastica benedettina, confermando la sua missione internazionale di pace e incontrando le massime autorità religiose e politiche impegnate sul fronte dei rapporti internazionali. Con lo stesso spirito di solidarietà e fratellanza, nell’anno 2004 la Fiaccola è arrivata in Terra Santa. Dopo essere stata accesa a Betlemme dal patriarca latino di Gerusalemme Michel Sabbah la fiammella di San Benedetto ha portato la speranza nelle comunità di Gerusalemme e Rishon Le-Zion, incontrando autorità religiose, politiche e civili israeliane e palestinesi.
Oltre che significativa espressione di amore e di devozione al grande Patriarca da parte dei suoi concittadini, impegnati a conservarne e svilupparne l’eredità spirituale, quindi, si può ben dire che la Fiaccola è divenuta negli anni uno strumento di dialogo a più alto livello fra la piccola città di Norcia e le grandi istanze deputate a guidare i popoli di tutto il mondo sulla via dell’unità e della pace, dando voce ad uno dei più significativi appelli lanciati da Papa Giovanni Paolo II: “Alla luce splendente di codesta fiaccola possano, quanti incontrerete lungo le strade del vostro pellegrinaggio, sentirsi fratelli e comporre le ragioni dei dissidi e dei conflitti che fanno gli uomini nemici tra loro, e diventare capaci di perdono reciproco, di rispetto, di concordia e di collaborazione. Sia la vostra davvero la fiaccola della pace…”

(Comuni)

Tipo di evento

Manifestazione