Agriturismo in Umbria

Comuni

Panicale

È la più bella terrazza naturale dell'Umbria (m. 431), che s'affaccia da un lato sul Trasimeno e dall'altra sull'ampia valle del fiume Nestore.
Baluardo militare di notevole importanza, menzionato già nel 907, diverse volte distrutto e riedificato, conquistò l'autonomia comunale nel 1070 e ottenne dai perugini, nel 1386, il privilegio di aggiungere al proprio stemma la figura del grifo.
Nel 1416 si assoggettò a Braccio da Montone e alla morte di questi, passò sotto il controllo di papa Martino V. A questo periodo risale il primo nucleo del complesso di San Sebastiano, dove si trovano il "Martirio di San Sebastiano" (1505) del Perugino e un opera della sua scuola, "l'Incoronazione di Maria".
Sempre al quattrocento risale la bella fontana di Piazza Grande, mentre il vicino Palazzo Pretorio, in pietra calcarea, venne edificato nel trecento. Incantevole risulta anche la vista della settecentesca Collegiata, coi suoi due portali in pietra.
Al territorio di Panicale appartiene pure il santuario della "Madonna di Mongiovino", vicino al centro produttivo di Tavernelle, armonioso edificio costruito da Rocco di Tommaso a partire dal 1513.

 

(Paesaggi & monumenti)

(Eventi)

(Itinerari)

Territorio

Collina Collina