Agriturismo in Umbria

Comuni

Giano dell' Umbria

Giano dell'Umbria, di origine romana, sorge sulle falde del Monte Martano, alla cui sommità (1094 m) sorgeva un tempio dedicato a Giano, del quale fino a pochi anni fa si poteva scorgere la grande base, finché non è stata inglobata in un complesso militare.

Dal Monte Martano si gode di una magnifica vista da Spoleto a Perugia da un lato e verso Todi dall‘altro. Anche il Borgo medievale con le mura conservate mostra traccie di una cinta romana. Conteso fra Todi e il Ducato di Spoleto, rimase per lo più sotto il controllo di quest‘ultimo, si costituì in libero comune e, dopo essere soggetto alla signoria dei Trinci di Foligno, passò sotto il controllo della Chiesa.

In cima alla collina del borgo si trovano il Palazzo Pubblico, con una raccolta di reperti romani e la Parrocchiale di S. Michele, del XIII sec., con all‘interno degli affreschi votivi.

Appena fuori dalle mura, la Chiesa di S. Francesco, del XIV sec., ripropone l‘impianto tipico, a una sola navata, degli edifici mendicanti francescani. Nella Cappella del Crocifisso, un ciclo di affreschi dell‘inizio del XV sec., attribuito a Giovanni di Corraduccio.

(Prodotti tipici)

(Artigianato tipico)

Territorio

Collina Collina