Agriturismo in Umbria

Comuni

Collazzone

La tradizione fa risalire l'origine di Collazzone ad Attone o Azzone, che vi si insediò favorito dai Duchi di Spoleto, interessati ad avere il dominio di un avamposto così importante per l'accesso ed il controllo della valle del Tevere.Sorge su una collina a quasi 500 s.l.m. in una zona ricca di boschi di querce, di pini e di uliveti che assicurano un clima del tutto salubre. Per il panorama che vi si gode, per la ricchezza di verde e per il fatto di trovarsi relativamente defilata dalla superstrada E45, Collazzone è particolarmente adatta ad ospitare turisti, soprattutto nel periodo estivo.
Il centro ha tutte le caratteristiche essenziali dell'architettura militare longobarda, con le sue viuzze concentriche all'arengo principale, i suoi vicoli simmetrici e convergenti, le sue mura, gli spalti, i contrafforti, i terrapieni ed i suoi torrioni ancora intatti.
Di particolare interesse la Chiesa Parrocchiale, dedicata al martire San Lorenzo, costruita su quello che fu un tempo il cassero del castello e che conserva al suo interno una preziosa immagine lignea policroma raffigurante la Vergine col Bambino del XIV secolo ed ancora l'antica chiesa dedicata a Sant'Angelo, incorporata nell'omonimo Convento delle Clarisse.
Poco distante dal centro il Convento di San Lorenzo, che fu dapprima abbazia benedettina, la cui cripta conserva tutta la suggestione dell'architettura romanica. Il Convento fu l'ultimo rifugio di Jacopone da Todi che vi si spense nella notte di Natale del 1306.
Sulla suggestiva Piazzetta Jacopone, ricavata dall'antico chiostro del monastero, si erge il Palazzo Comunale il cui portale, con lo stemma nobiliare dei principi Cesi, è attribuito al Vignola.
Recentissimi insediamenti alberghieri ed extralberghieri fanno di Collazzone una meta ambita per le vacanze ed il riposo.

(Prodotti tipici)

(Artigianato tipico)

(Paesaggi & monumenti)

(Eventi)

(Itinerari)

Territorio

Collina Collina