Agriturismo in Umbria

Comuni

Cannara

È una cittadina di antiche origini a prevalente economia agricola, alquanto sviluppata anche grazie alle acque del Fiume Topino la cui riva sinistra lambisce la città. Nel Medioevo aveva l'aspetto di un robusto castello, sottomesso prima ad Assisi e poi a Perugia e allo Stato della Chiesa cui passò definitivamente nel 1648 insieme a Bettona con cui aveva diviso anche il potere dei Baglioni.

 

Nelle vicinanze del paese ci sono diversi monumenti da visitare, ma da non perdere sono la chiesa di San donato, un Molino a pianta circolare, una chiesa antico lazzaretto e la famosa edicola di Piandarca.
La chiesa di San Donato sorge in prossimità del ponte Topino, lungo la strada che conduce ad Assisi. Fu costruita nel 1667 per preservare una miracolosa immagine della ” Madonna col Figlio tra i Santi Francesco e Donato” affrescata in un edicola campestre, utilizzata anche come cimitero durante le ripetute epidemie di colera.
In direzione Bevagna dopo avere attraversato il fiume Topino si incontra un vecchio molino a pianta circolare, successivamente reimpiegato come centrale elettrica per realizzare la prima illuminazione della città.
Poco più avanti in aperta campagna si incontra la chiesa di S. Giovanni Decollato, un tempo annessa al Lazzaretto. Restaurata agli inizi del ‘900 conserva nel perimetro murario la semplice decorazione a dentelli. Gli affreschi che si trovano all’interno sono datati 1541 ed eseguiti in occasione di un generale restauro della cappellina campestre, possono essere attribuiti ad un pittore assisiate Dono Doni allievo di Giovanni di Pietro detto lo Spagna.
L’edicola di Piandarca è si sicuramente tra tutti quello più importante, fu proprio qui che San Francesco fece la famosa Predica agli uccelli. Si raggiunge percorrendo, per poche centinaia di metri, la strada che conduce a Bevagna, è stata eretta nel 1926 in occasione del VII centenario della nascita del Santo, all’ombra di alberi secolari il pittore Castore Vignaioli ha dipinto l’effige di Francesco e lo scultore Bruno Bini hanno modellato gli uccelli in volo. In realtà il luogo dove avvenne la predica agli uccelli è situato in aperta campagna a circa 500 metri ad est dall’edicola segnalato da un cippo.

(Prodotti tipici)

(Artigianato tipico)

(Paesaggi & monumenti)

(Eventi)

(Itinerari)

Territorio

Collina Collina