Agriturismo in Umbria

Attrattive

Pinacoteca Comunale "Orneore Metelli"

La Pinacoteca Comunale "Orneore Metelli" e la Mostra Permanente "Aurelio De Felice: una via dell'arte per l'Europa" si trovano presso il piano terra del settecentesco Palazzo Gazzoli a Terni, in via del Teatro romano.

Il museo è dotato di bookshop, biblioteca specializzata in pubblicazioni d'arte e di un'aula didattica.


La sezione antica è costituita da tavole, tele e sculture che vanno dal XIV al XVIII secolo e che sono una sintesi della produzione artistica di scuola umbra ad opera di grandi maestri che sono stati tra i protagonisti assoluti dell'arte di tutti i tempi, ma anche di figure minori che dell'insegnamento dei maestri si sono alimentati.

Tra di esse spicca la Pala dei francescani di Piermatteo d'Amelia, capolavoro di uno dei massimi esponenti del quattrocento umbro, la cui monumentalità e pregiatezza d'esecuzione lascia intendere l'alta qualità artistica raggiunta dal pittore amerino, come aveva già da tempo intuito il critico d'arte Federico Zeri che nell'opera aveva individuato anche l'intervento di un maestro intagliatore a cui aveva attribuito "una delle cornici più belle del quattrocento italiano".
Altro gioiello della raccolta comunale è la piccola ancona d'altare del fiorentino Benozzo Gozzoli, una delle tracce lasciate durante il suo soggiorno umbro dall'artista autore anche del ciclo di affreschi con le storie di S.Francesco nella omonima chiesa di Montefalco. Inoltre sono presenti artisti umbri come Giovanni di Pietro detto Lo Spagna, Niccolò Alunno e Domenico Alfani, che, partendo dalla pittura di tradizione umbra, hanno elaborato sapientemente gli insegnamenti di maestri come il Perugino ed il giovane Raffaello. Il barocco è adeguatamente rappresentato da una serie di tele provenienti da chiese del territorio, come d'altra parte tutte le opere della sezione antica, che testimoniano dell'ambiente artistico di seicento e settecento e dell'influenza su di esso esercitato dalla vicina corte papale.

 

La sezione contemporanea è dedicata allo scultore di origine ternana Aurelio De Felice. In essa sono state riunite le opere d'arte (sculture e disegni) che erano state da lui stesso donate in epoche diverse al Comune e alla Provincia di Terni. L'allestimento segue un filo conduttore che è legato alla vicenda umana ed artistica di De Felice e si svolge dal primo periodo della sua formazione presso gli artisti della Scuola Romana, al periodo parigino accanto ad alcuni dei protagonisti della storia dell'arte del Novecento, fino alla sua maturità.

Accanto alle sculture di De Felice trovano spazio, nelle sale dedicate all'arte contemporanea, opere di artisti della Scuola romana, di rappresentanti di quella cerchia di pittori che operavano a Terni nella prima metà del secolo scorso e dipinti ed opere grafiche di pittori come Gino Severini, Chagall, Picasso, Leger, Cocteau, ecc., con cui lo scultore umbro era venuto in contatto durante il suo soggiorno a Parigi.

Due delle sale della sezione contemporanea sono dedicate ai dipinti del pittore naif ternano Orneore Metelli, il pittore-calzolaio che è riconosciuto come uno dei più grandi naif del mondo e la cui pittura fondata su un ingenua e trasognata rappresentazione della realtà, è una delle più genuine esperienze di pittura primitiva.

 

Numeri di telefono: uffici amministrativi 0744/434210; biglietteria-bookshop 0744/59421

Orari di apertura al pubblico: 10-13 - 16-19 - Lunedì chiuso

Biglietti: intero € 3,80 - ridotto € 2,20 (minori di 18 anni, sopra i 65 e gruppi di almeno 15 persone)
Il biglietto è valido anche per l'ingresso alla Mostra permanente di Paleontologia

(Comuni di produzione)

Tipo di bene artistico/naturale

Museo