Agriturismo in Umbria

Attrattive

Museo Regionale della Ceramica

Il Museo Regionale della Ceramica ha origine nel 1898. L’ideatore Francesco Briganti volle espliciti scopi didattici e di ricerca sia storico - ceramologica, che divulgativa - promozionale in rapporto alla locale produzione industriale. Le finalità del Briganti corrispondevano ad una concezione moderna dei musei ancora oggi attuale e che ha guidato la progettazione e la realizzazione dell’attuale Museo Regionale della Ceramica inaugurato nel 1998. Il Museo si trova all’interno dell’ex convento di San Francesco e vi sono conservate oltre 6000 opere.

La visita inizia con due sale dedicate a mostre temporanee. Procedendo verso destra, si accede alla biblioteca specialistica, fornita di oltre 1300 volumi, mentre verso sinistra si accede alla reception e al book shop.

Da qui si sale ai piani superiori dove sono esposte, ordinate per periodi, le produzioni ceramiche derutesi dal periodo “arcaico” ai primi anni del 1900. Numerosi inserti tematici esaltano la tecnica e/o la funzione d’uso cui gli oggetti erano destinati: il “lustro”, i pavimenti, le coppe amatorie, le saliere e le targhe devozionali si inseriscono così nel percorso cronologico della storia della ceramica di Deruta.
Nelle sale superiori, inoltre, è stata ricostruita un’antica farmacia ove sono esposti oggetti in maiolica che hanno caratterizzato le farmacie di tutta Italia dal XV al XIX secolo.

Un moderno quanto suggestivo “deposito” aperto al pubblico e accessibile allo specialista, al visitatore e all’artigiano contiene, infine, oltre cinquemila maioliche ed opere di artisti contemporanei che hanno lavorato nelle fabbriche di Deruta dall’inizio del secolo ai giorni nostri, testimoniando una delle realtà produttive più complesse ed importanti del panorama nazionale.

(Comuni di produzione)

(Itinerari)

Tipo di bene artistico/naturale

Museo