Agriturismo in Umbria

Attrattive

Museo archeologico Nazionale di Spoleto e Teatro Romano

Aperto nel 1985, il museo risiede nel complesso monumentale di Sant'Agata, comprendente anche i resti del Teatro romano. I materiali, che provengono in parte dalla collezione civica, documentano soprattutto la presenza romana nella città e nel territorio. Numerosi i ritratti e le iscrizioni, tra questi la nota "lex spoletina", un cippo iscritto in latino arcaico che stabilisce sanzioni contro eventuali profanazioni del bosco consacrato a Giove. Il ritratto di Augusto e quello, probabile, di Giulio Cesare dal teatro romano, costituiscono altrettanti significativi esempi della scultura di epoca romana. Una documentazione fotografica illustra inoltre i vari monumenti romani presenti nella città. Reperti dell'età del Bronzo e del Ferro e una tomba di VII sec. a.C., provenienti dal territorio e dagli scavi effettuati sul colle della Rocca, testimoniano infine le fasi più antiche.
Il teatro, databile al I sec.d.C. e in parte incorporato in edifici posteriori, ha subìto un parziale smantellamento in epoca medievale. Sistematici interventi di restauro, iniziati negli anni Cinquanta, hanno permesso il recupero dell'intero complesso, ripristinando le gradinate. Il piano inferiore è comunque ben conservato, con l'ambulacro ancora percorribile. Durante le manifestazioni connesse al Festival dei Due Mondi, il teatro è utilizzato per gli spettacoli.

(Comuni di produzione)

Tipo di bene artistico/naturale

Museo